"Un Paese è sviluppato non quando i poveri posseggono automobili, ma quando i ricchi usano mezzi pubblici e biciclette" Gustavo Petro, sindaco di Bogotà.
showcase_urbano.jpgshowcase_girvec.jpgshowcase_fiab.jpgshowcase_cicloturismo.jpgshowcase_bimbi.jpgshowcase_b2w.jpgshowcase_mtb2019.jpg

Messaggio di fine anno del Presidente di FIAB Genova a tutti i soci e simpatizzanti

WhatsApp Image 2021 12 21 at 17.25.52Dopo lo shock del 2020 che con la pandemia ha mutato le nostre abitudini, anche associative, abbiamo affrontato un anno in parte altrettanto problematico, tanto che nel 2021 non abbiamo nemmeno predisposto un programma annuale ma “pedalato a vista” adattandoci alle circostanze.

Ciò nonostante abbiamo saputo trasformare le criticità in opportunità sfruttando al meglio le nuove tecnologie di comunicazione che ci hanno consentito di essere costantemente presenti nel confronto con la pubblica amministrazione ed i vari portatori di interesse della mobilità dolce. Abbiamo tenuto periodici incontri con il comune di Genova rappresentato sia dall’Uff. Smart Mobility sia dalla Commissione del Consiglio Comunale Territorio e promozione delle vallate. L’argomento è sempre stato quello di migliorare la mobilità ciclistica in città suggerendo soluzioni amiche della bicicletta sia su progetti attuali che futuri. Proficuo anche il confronto con la Regione Liguria per quanto concerne lo sviluppo della rete ciclabile ligure, ciclovia Tirrenica in primis, e l’intermodalità. Maggiori difficoltà si sono riscontrate con la Città Metropolitana la quale è pur il soggetto di riferimento per il costruendo Biciplan. Presentate le nostre osservazioni al Biciplan non abbiamo più avuto occasioni di confronto con gli uffici preposti nonostante ripetute nostre richieste in merito. Il che ha perfino portato ad una nostra pec di lamentele scritta recentemente al Sindaco Metropolitano della quale siamo tuttora in attesa di risposta.

La Settimana europea della mobilità di settembre è andata molto bene se consideriamo che è stata organizzata interamente con le nostre forze. Abbiamo organizzato sette eventi, uno per giorno, oltre che un questionario on line sull’uso della bici a Genova che ha restituito dati interessanti. Complessivamente hanno partecipato agli eventi circa 350 persone e circa 1.700 hanno risposto al questionario.

Con i limiti imposti dalla pandemia, in città ha continuato ad operare la nostra ciclofficina gratuita Cicloriparo che rappresenta un capo saldo nell’evitare che le bici diventino rifiuti, riparandole e rimettendole in strada. Un esempio virtuoso di quell’economia circolare che dovrebbe aiutarci a salvare il pianeta.

Sul fronte del cicloturismo le cose sono andate meglio rispetto al 2020, avendo organizzato per i nostri soci 37 eventi ufficiali di cui due ciclovacanze. Molte altre uscite informali si sono svolte nell’ambito di gruppi spontanei di soci.

Tutta l’attività svolta, comunicata ai media, ci ha consentito di uscire 142 volte sulla stampa tra ottobre 2020 e settembre 2021. La nostra pagina Facebook è seguita da 3.621 persone. Il nostro canale Telegram, recentemente avviato, ha 115 iscritti. La newsletter collegata al sito www.adbgenova.it ha 1.025 iscritti.

Cosa più importante è che tutto questo è stato possibile grazie a coloro che ci sostengono con l’adesione il cui numero è in continua crescita: 244 nel 2019 – 295 nel 2020 – 350 nel 2021.

I nostri propositi per il 2022 sono di ulteriore crescita associativa. Accanto al Gruppo Tecnico che in questi ultimi due anni si è distinto nel suggerire agli enti locali soluzioni per una migliore ciclabilità, nascerà un Gruppo preposto agli Spostamenti casa-scuola e Bimbimbici ed un Gruppo preposto agli Spostamenti casa-lavoro e mobility manager aziendali. Sarebbe poi anche bello costituire un Gruppo Giuridico che si prefigga la difesa degli interessi dei ciclisti, sia contro le manifestazioni di odio che riscontriamo in strada e sui social, sia contro certi organi della pubblica amministrazione che non adempiono al loro dovere. Restiamo a disposizione di avvocati ed esperti in materia giuridica per ragionare sulla cosa.

Confidando poi nel ritorno ad una vita normale abbiamo elaborato un programma di 65 cicloescursioni riservate ai nostri soci, comprese quattro ciclovacanze, che verrà presentato il 22 gennaio.

Confidando che continuerete a sostenerci rinnovando l’adesione – qui il link su come fare - auguro a tutti voi ed ai vostri cari buone feste e un ottimo 2022.

 

Romolo Solari

Presidente di FIAB Genova

   
tazza pedalaognigiorno

Joomla templates by a4joomla